Architetto Gabriella Pastorello

Lilea Design intervista l’Architetto Gabriella Pastorello

Perché ha scelto di lavorare con Lilea Design nei suoi progetti di arredamento su misura

Architetto Gabriella Pastorello

Architetto Gabriella Pastorello

Raccontaci il tuo percorso professionale: scuole ed esperienze

Dopo il liceo ho frequentato la facoltà di architettura al Politecnico di Milano.
Durante quel periodo è maturata la mia passione per l’arredamento ed il design, a cui è seguita la laurea con questo indirizzo.
Successivamente ho lavorato presso alcuni studi di Varese specializzati nella progettazione degli interni, dove ho avuto l’occasione di formarmi non solo ‘in studio’ ma anche di sperimentare ‘sul campo’, in cantiere.

Gabriella Pastorello - Scala

Gabriella Pastorello – Scala

 

La voglia di indipendenza e l’ambizione di trovare una mia strada mi hanno portato ad iniziare un’attività autonoma.

Così ho aperto uno studio privato a Besnate in provincia di Varese, dove lavoro tuttora.
In questi anni, successivi all’università e durante l’attività lavorativa vera e propria, ho sempre continuato la mia formazione, frequentando corsi e seminari, per un miglioramento tecnico ma anche per un approfondimento culturale della mia professione.


In cosa consiste il tuo lavoro?

Tenendo fede alla mia formazione, ancora oggi mi occupo prevalentemente di progettazione di interni e di arredamento.
Mi piace pensare (nel caso di nuovi interventi) o ripensare (nel caso di ristrutturazioni) alla distribuzione degli spazi interni di un’abitazione: a come lo spazio possa essere sfruttato al meglio, al massimo delle sue potenzialità.
Sia che si tratti di grandi ambienti, sia che si tratti di piccole metrature.

Gabriella Pastorello - Soggiorno su Misura Besnate

Gabriella Pastorello – Soggiorno su Misura Besnate

 

Ogni volta è una sfida nuova e sempre diversa che mi appassiona!
Considero l’arredamento il complemento dello spazio così interpretato.
L’arredo deve essere pensato ‘ad hoc’ su misura e inserirsi perfettamente nell’ambiente.


Qual è il tuo stile e che soluzioni ti piacciono?

Non è facile identificare il proprio stile con un’ etichetta.
Posso dire che mi piacciono le soluzioni sobrie e le linee pulite. Gli open-space e gli spazi fluidi.
A tal fine utilizzo molto partizioni scorrevoli che possano all’occorrenza aprire o chiudere gli spazi, rendendoli dinamici.

Gabriella Pastorello - Soppalco Besnate

Gabriella Pastorello – Soppalco Besnate

Amo le Forme essenziali e le armonie cromatiche. I colori chiari, neutri, i tortora, i beige, i marroni, i grigi caldi, che richiamano gli elementi naturali, spesso accostati a qualche pennellata di colori più intensi e decisi.

Utilizzo molto i materiali naturali … il legno nelle pavimentazioni, accostato alle pietre; i mosaici vetrosi e le pietre per i rivestimenti; laccature opache o lucide per gli arredi.
Nel progettare cerco sempre di tener conto anche delle preferenze e del modo di essere del cliente; la mia non è mai un’imposizione ‘tout court’ del mio modo di vedere.
L’architetto deve arrivare al risultato, al progetto finale, tenendo conto di chi abiterà quei luoghi e quegli spazi, senza trascendere la sua personalità e il suo stile.


Quali sono le differenze che riscontri collaborando con un’azienda che realizza arredo su misura ed un negozio di mobili con marchi famosi?

Per un architetto affidarsi ad un’azienda artigiana di fiducia è la massima realizzazione del suo estro e della sua creatività; il mobile di serie può rispecchiare solo in parte tutto questo.
Nell’azienda artigiana, a mio parere, si riescono a coniugare i vantaggi della lavorazione artigianale, quali cura dei dettagli e personalizzazione massima del prodotto, con la precisione tecnica della produzione industriale.
In questo modo si realizza un prodotto finale davvero ottimo, dove estro creativo e alta qualità di esecuzione si incontrano.


Architetto Gabriella Pastorello
Via G. Carducci, 14
21010 Besnate (Va)

cell: +39 3395270883
gabriella.pastorello@icloud.com


 

Lavorare con l’Architetto Gabriella Pastorello è stata un’esperienza piacevole fin dall’inizio.

Siamo entrati subito in sintonia già dalla prima realizzazione: l’arredo su misura di un bilocale a Gallarate di cui ha progettato sia che la ristrutturazione e la scelta di tutte le finiture, dalle piastrelle ai tendaggi che l’arredamento completo (cucina, soggiorno, camera matrimoniale e bagno).

Gabriella Pastorello Bilocale Gallarate     Gabriella Pastorello Bilocale Gallarate

Gabriella è molto attenta ai particolari, non lascia mai niente al caso; caratteristica essenziale per la piena soddisfazione del Cliente.

 

 

E’ sempre molto preparata ed aggiornata su tutte le novità che riguardano la progettazione d’interni ed l’arredamento della casa.

E’ in grado di interagire in modo ottimale tra il Cliente e le aziende con cui collabora.

Abbiamo realizzato mobili su misura, cucine e bagni da Lei progettati, con grande soddisfazione nostra ma soprattutto del Cliente.

Di seguito alcuni progetti realizzati insieme a Lilea Design nella provincia di Varese.

Gabriella Pastorello - Bagno su Misura Busto Arsizio

Gabriella Pastorello – Bagno su Misura Busto Arsizio

Gabriella Pastorello - Cucina su Misura Varese

Gabriella Pastorello – Cucina su Misura Varese

Gabriella Pastorello - Armadio su Misura

Gabriella Pastorello – Armadio su Misura

Gabriella Pastorello - Cucina su Misura Somma Lombardo

Gabriella Pastorello – Cucina su Misura Somma Lombardo

Grazie Gabriella per la disponibilità e il tempo dedicatoci!!!

 

LILEA DESIGN

Telefono: 0331.274066
e-mail: info@lilea.it
Siamo a Besnate in provincia di Varese 

5 pensieri su “Architetto Gabriella Pastorello

  1. vincenzo

    Buona sera Architetto Le vorrei ChiederLE, dovrei ristrutturare un bagno quale sono le procedure per la riduzione dell’IVA al 22% al 10% o al 4%, e l’arredo del bagno rientra nella detrazione fiscale.

    La ringrazio
    De Carlo Vincenzo

    Replica
    1. Gabriella Pastorello

      Buongiorno Vincenzo,
      per quanto riguarda il bagno, come lei chiede, se l’intervento è semplicemente limitato alla sostituzione della rubinetteria, delle piastrelle del bagno o alla ritinteggiatura, non è prevista alcuna detrazione fiscale.

      Questi lavori si configurano infatti come interventi di manutenzione ordinaria, che nel caso di un bagno esistente all’interno di un’abitazione, non sono contemplati dal beneficio.
      Anche la semplice sostituzione dei sanitari non rientra nel beneficio fiscale se non accompagnata anche dalla sostituzione degli impianti. Quindi, in questi casi, l’IVA da applicare è del 22%.

      Se però nei lavori da eseguire sono compresi anche il rifacimento dell’impianto idrosanitario, elettrico, lo spostamento di tramezze o altre opere che possono far classificare l’intervento come manutenzione straordinaria, è possibile beneficiare della detrazione fiscale ( iva ridotta al 10%). Ma bisogna fare una distinzione:
      *le prestazioni di servizi ( lavori edili, idraulici, elettrici…)effettuate sugli immobili residenziali sono assoggettate ad aliquota del 10%
      *mentre le cessioni di beni sono assoggettate ad IVA ridotta solo se la relativa fornitura è effettuata all’interno di un contratto di appalto. Tuttavia, nel caso in cui l’appaltatore fornisca beni di valore significativo (nel caso di un bagno : sanitari, caldaie, sanitari e rubinetterie ecc) l’aliquota ridotta si applica a tali beni solo fino alla concorrenza del valore della prestazione.

      Ad esempio: costo totale del rifacimento del bagno 4.000 Euro, prestazione di servizi 1.500 Euro e costo dei sanitari 2.500 Euro; in tal caso l’IVA al 10% si applica solamente alla prestazione di servizi e a 1.500 Euro di sanitari. Sulla restante parte di costo dei sanitari di Euro 1.000 si applica l’IVA ordinaria, attualmente al 22%.

      Se infine all’interno di un edificio esistente ad uso residenziale si decide di realizzare un servizio igienico ex novo, tutte le spese sostenute (tramezze, porte, impianti idrosanitario ed elettrico, piastrelle del pavimento e dei rivestimenti delle pareti, sanitari e rubinetteria) possono beneficiare della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie (iva ridotta al 10%).

      È però importante specificare che tale servizio igienico deve essere creato all’interno del volume esistente della casa. Non è ammessa quindi alla detrazione la realizzazione di un servizio igienico come ampliamento al fabbricato.

      Replica
  2. Sabrina

    Buongiorno.

    Vorrei cortesemente sapere se una modifica dell’impianto elettrico, la costruzione di una cabina armadio oppure l’applicazione sui caloriferi di valvole per il risparmio energetico danno diritto alla detrazione per l’acquisto di mobili.

    Grazie e cordiali saluti

    Replica
  3. Gabriella Pastorello

    Buongiorno Sabrina,
    il rifacimento dell’impianto elettrico e l’applicazione delle valvole non danno diritto al bonus mobili.
    La costruzione della cabina armadio se implica la sostituzione/costruzione di pareti interne in muratura,
    ti dà diritto al bonus.
    Ti consiglio comunque di leggere la guida Bonus Mobili a questo link:
    http://www.lileaarreda.it/bonus-mobili-2015/.
    Ti ringrazio per averci scritto e spero continuerai a seguirci.
    Gabriella

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *